Nautinews    
   
 
  29-04-2013
Appuntamenti e News della settimana

Regata storica 2019: ordine di arrivo degli uomini su gondolini a due remi

1 VIOLA | Bertoldini Andrea - Colombi Mattia 31.18.93
2 CANARIN | Ortica Andrea - Colombi Jacopo 31.26.30
3 VERDE | Vignotto Rudi - Vignotto Mattia 31.47.91
4 CELESTE | Della Toffola Sebastiano - Barina Silvestri Tobia 31.51.91
5 BIANCO | Pagan Giuliano - Rossi Maurizio 31.58.42
6 ARANCIO | Busetto Roberto - Busetto Renato 32.16.26
7 MARRON | Angelin Roberto - Barzaghi Fabio 32.21.46
8 ROSSO | Marangon Giacomo - Lombardo Luigino 32.24.70
9 ROSA | Redolfi Tezzat Vito - Vecchiato Simone 33.42.55






























Circolazione acquea e inquinamento ambientale: da lunedì 19 agosto entra in vigore la nuova ordinanza



Questo pomeriggio è stata firmata dal dirigente competente e pubblicata sul sito Internet del Comune di Venezia l’ordinanza che contiene misure straordinarie in materia di circolazione acquea per il contenimento dell’inquinamento ambientale.

L’ordinanza, che entra in vigore lunedì 19 agosto 2019 e avrà una durata di 60 giorni, stabilisce degli ulteriori limiti alla circolazione in Rio Novo - Rio di Ca’ Foscari, in Rio di Noale, in Canal Grande, in Canale di Cannaregio, secondo le disposizioni di seguito riportate.

Per le unità a motore, così come stabilito dal Titolo III delle Disposizioni generali date dal Capo I dell’Ordinanza 274/2015, ed escluse quelle spinte a propulsione ibrida o elettrica e/o altra alimentazione innovativa volte al contenimento delle emissioni sonore, e con rilascio di inquinanti in atmosfera pari a zero, vengono istituiti i seguenti ulteriori limiti alla circolazione:

a) in Rio Novo, dal ponte della Cereria al Rio di Ca’ Foscari, e nel Rio di Ca’ Foscari, ed in Rio di Noale:

1. è vietato il sorpasso per tutte le unità a motore;
2. è vietato l’uso di avvisatori acustici, tranne in casi emergenza, adottando misure comportamentali alternative al clacson e prediligendo nelle ore notturne le segnalazioni luminose (abbaglianti) e nelle ore diurne l’utilizzo degli specchi parabolici;
3. tutte le unità a motore in transito devono rispettare una distanza minima dall’unità che precede di almeno 15 (quindici) metri;
4. divieto di effettuare l’inversione di marcia, se non specificatamente autorizzata;

b) in Canal Grande e Canale di Cannaregio:

1. divieto di navigazione appaiata e/o accostata per tutte le unità a motore, se non per l’effettuazione di manovre di accosto finalizzato all’approdo;
2. Il comandante/conducente delle unità del servizio pubblico non di linea per il trasporto delle persone aventi stazza lorda inferiore alle cinque tonnellate, così come definite dalla legge regionale del Veneto 63/93 e ss.mm.ii., non possono circolare in gruppi di due o più imbarcazioni che si susseguono in modo serrato l’una dopo l’altra, e deve rispettare una distanza dall'imbarcazione che la precede, pari al doppio della lunghezza della propria imbarcazione o, comunque, non inferiore a 15 metri.

Per le unità a motore cui al Titolo III del Capo II – Unità adibite al trasporto di cose - dell’Ordinanza 274/2015, escludendo quelle spinte a propulsione ibrida o elettrica e/o altra alimentazione innovativa volte al contenimento delle emissioni sonore, e con rilascio di inquinanti in atmosfera pari a zero, vengono istituiti i seguenti ulteriori limiti alla circolazione:

a) in Rio Novo, dal ponte della Cereria al Rio di Ca’ Foscari, e nel Rio di Ca’ Foscari:

1. durante le operazioni di carico e scarico merci presso le rive pubbliche è consentito l’uso di elevatori meccanici esclusivamente a motore dell’imbarcazione spento;
2. è istituito il divieto di transito “a vuoto”, dalle ore 00:00 alle ore 24:00, per tutte le unità adibite al trasporto merci per conto terzi e in conto proprio;
3. è istituito il senso unico di marcia dalle ore 04:00 alle ore 12:00 per tutte le unità adibite al trasporto merci conto terzi, nella direzione dai Tre Ponti al Canal Grande;
4. è istituito il divieto di transito dalle ore 04:00 alle ore 12:00 alle unità adibite al trasporto di merci in conto proprio, salvo per le operazioni di carico e scarico merci relativamente alle quali siano indicati come punto di prelievo o punto di destinazione della merce, nella documentazione da esibire agli organi di controllo, in qualsiasi forma producibile, debitamente comprovante tali operazioni, le rive e gli approdi siti nei tratti di Rio Novo, dal ponte della Cereria al Rio di Ca’ Foscari, e nel Rio di Ca’ Foscari;

b) in Rio di Noale:

1. durante le operazioni di carico e scarico merci presso le rive pubbliche “F18 San Felice” e “5 Fondamenta dei Felzi”, è consentito l’uso di elevatori meccanici esclusivamente a motore dell’imbarcazione spento;
2. è istituito il divieto di transito “a vuoto”, dalle ore 7:00 alle ore 12:00, per tutte le unità adibite al trasporto merci in conto terzi e in conto proprio con direzione Laguna Nord – Canal Grande, escluse le unità adibite al trasporto dei Rifiuti Solidi Urbani;
3. è consentito derogare ai divieti istituiti ai punti precedenti unicamente per effettuare operazioni di carico e scarico merci relativamente alle quali siano indicati come punto di prelievo o punto di destinazione della merce, nella documentazione da esibire agli organi di controllo, in qualsiasi forma producibile, debitamente comprovante tali operazioni, le rive e gli approdi siti in Rio di Noale;

Infine, per le unità a motore cui al Titolo III del Capo III – Trasporto persone non di linea dell’Ordinanza 274/2015, ed escludendo quelle spinte a propulsione ibrida o elettrica e/o altra alimentazione innovativa volte al contenimento delle emissioni sonore, e con rilascio di inquinanti in atmosfera pari a zero, vengono istituiti i seguenti ulteriori limiti alla circolazione:

a) in Rio Novo, dal ponte della Cereria al Rio di Ca’ Foscari, e nel Rio di Ca’ Foscari:

1. è istituito il regime di transito a targhe alterne per le unità a vuoto (senza passeggeri a bordo) dalle ore 04:00 alle ore 12:00, in servizio di taxi fuori turno, servizio di noleggio non di linea con conducente e conto proprio persone. Il transito è ammesso in giorno pari alle unità con ultimo numero di licenza/autorizzazione pari ed il giorno dispari alle unità con ultimo numero di licenza/autorizzazione dispari;
2. è istituito il divieto di transito a vuoto (senza passeggeri a bordo) dalle ore 12:00 alle ore 24.00, alle unità in servizio di taxi, taxi fuori turno, servizio di noleggio non di linea con conducente e conto proprio persone, compreso il divieto di immissione ed attraversamento dal Rio del Malcanton e dal Rio di Santa Margherita;
3. dalle ore 12:00 alle ore 24.00 è consentito il transito a vuoto (senza passeggeri a bordo) ai taxi in turno presso le stazioni taxi di Ferrovia, di Piazzale Roma (Parisi e Rio Novo), Casinò, Rialto Cerva, Rialto Riva del Carbon e San Marco Molo (Giardinetti Reali) per l’acquisizione di un servizio o per il rientro allo stazio ove risultano in turno;
4. è consentito derogare ai divieti istituiti ai punti precedenti unicamente per effettuare operazioni di imbarco e sbarco persone relativamente alle quali siano indicati come punto di prelievo o punto di destinazione del trasporto, nella documentazione da esibire agli organi di controllo, in qualsiasi forma producibile, debitamente comprovante tali operazioni, le rive e gli approdi siti in Rio Novo, dal ponte della Cereria al Rio di Ca’ Foscari, e nel Rio di Ca’ Foscari;

b) in Rio di Noale:

1. è istituito il divieto di transito a vuoto (senza passeggeri a bordo) dalle ore 07:00 alle ore 10:00 alle unità in servizio di taxi fuori turno, di noleggio non di linea con conducente e conto proprio persone con direzione Canal Grande – Laguna Nord;
2. è istituito il senso unico da Canal Grande a Laguna Nord dalle ore 07:00 alle ore 10:00 per le unità in servizio di taxi, taxi fuori turno e noleggio con conducente a motore;
3. si prevede l’installazione in Canal Grande, alla confluenza con il Rio di Noale, di uno o più specchi parabolici per favorire l’immissione delle unità provenienti dalla Laguna Nord;
4. è consentito derogare ai divieti istituiti ai punti precedenti unicamente per effettuare operazioni di imbarco e sbarco persone relativamente alle quali siano indicati come punto di prelievo o punto di destinazione del trasporto, nella documentazione da esibire agli organi di controllo, in qualsiasi forma producibile, debitamente comprovante tali operazioni, le rive e gli approdi siti in Rio di Noale;

c) in Canal Grande:

1. Con passeggeri a bordo, divieto di effettuare l’inversione di marcia nel tratti compresi tra Rialto e Confluenza con Rio di Ca’ Foscari e tra Rio di Noale e Rialto;

“Con questa ordinanza, commentano gli uffici della Direzione Settore Mobilità e trasporti, si è data attuazione ad una direttiva da sempre portata avanti dal sindaco Luigi Brugnaro di andare a regolamentare il traffico acqueo nella Città antica al fine di diminuire le emissioni inquinanti derivanti dal traffico garantendo comunque la vivibilità delle principali arterie di comunicazione sull’acqua, incrementando inoltre il livello di sicurezza delle stesse. Partendo quindi dalla positiva sperimentazione avviata lo scorso aprile con l’ordinanza n° 252 che, per l’appunto, disciplinava la circolazione nel tratto di Rio Novo dai Tre Ponti al Rio di Ca’ Foscari, che terminerà la sua efficacia il prossimo 18 agosto, e recependo le indicazioni di Arpav in e Ulss3 Serenissima, è stato deciso di ricorrere a questa riorganizzazione dei flussi di traffico in città. Un’ordinanza che va quindi nella direzione non solo di dare una risposta puntuale al tema del moto ondoso, ma soprattutto vuole sensibilizzare quanti sono chiamati a rispettarla in modo che possano dare il proprio fattivo contributo ad un miglioramento complessivo della vita in Città.
Grazie a questa ordinanza e alla Convenzione sottoscritta congiuntamente in Prefettura lo scorso 19 luglio tra il Comune di Venezia e il Provveditorato interregionale per le Opere pubbliche per il Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia per garantire la sicurezza della navigazione e contrastare il fenomeno del moto ondoso anche a tutela del patrimonio storico artistico e architettonico della città e dell’ambiente della laguna, si ampliano gli strumenti utili per fare in modo che le vie d’acqua della Città siano, non solo salvaguardate ma anche controllate. Un lavoro che il Comune di Venezia sarà chiamato a fare, nelle acque di propria competenza, grazie all’importante impegno della propria Polizia locale, ma che ha trovato pieno appoggio e sostegno anche da parte non solo del già citato Provveditorato ma anche della Capitaneria di Porto di Venezia e dell’Ispettorato di Porto della Regione Veneto”.




Incontro Assonautica e Comune di Venezia

Incontro tra Comune di Venezia, Assonautica e Ascom per il prosieguo dei colloqui instaurati nei due convegni promossi da Assonautica Italiana e Assonautica di Venezia al Salone Nautico Internazionale concluso il 23 giugno con 27.000 presenze.
Il Vice Sindaco Luciana Colle ha voluto mettere sul tavolo importanti questioni della nautica lagunare a partire dalla competenza della manutenzione delle vie d'acqua.
Un tema che sta molto a cuore al Sindaco Brugnaro, tra i tanti, è infatti quello delle briccole da sostituire o da reimpiantare laddove non più esistenti.
"Ne va della sicurezza dei cittadini ed è tempo che il Ministero provveda a formalizzare la consegna delle competenze alla Città Metropolitana" ha affermato il Vice Sindaco.

Il Presidente di Assonautica Venezia Roberto Magliocco ha assicurato a riguardo un' intervento direttamente alla Presidenza del Consiglio che dovrebbe ricevere una delegazione di Assonautica il prossimo 11 luglio a Palazzo Chigi.

Durante l'incontro si sono affrontati anche argomenti di interesse generale che sono emersi al Salone di Venezia: tra questi la nuova normativa sul diporto, alcune annose ma fondamentali questioni sul demanio e la necessità di normative snelle per una immediata messa a frutto sociale e culturale degli 8500 km di coste italiane.
Convergenza piena con l' Amministrazione Comunale di Venezia è stata espressa da Marino Masiero, presente in duplice veste di delegato del Presidente di Assonautica Italiana Alfredo Malcarne e di Vice del Presidente Magliocco.
L' occasione è stata utile, ancora una volta, per ringraziare il Vice Sindaco Colle del grande lavoro messo in acqua dalla Città di Venezia in Arsenale in occasione del Salone.
Un tanto meritato quanto inaspettato successo, quello della rassegna nautica veneziana alla sua prima edizione in questa incomparabile cornice, che vedrà Assonautica Venezia ed Assonautica Italiana tra i principali animatori dell'edizione 2020.





Campagna Plastic Free

La campagna promossa dal Ministero dell'Ambiente è stata accolta anche dalla Rsc Canottieri Bucintoro che ha messo a disposizione dei suoi soci le imbarcazioni munite di retini per poter raccogliere, nelle loro uscite, le plastiche galleggianti e quindi poterle conferire in sede per la raccolta differenziata

























 


Home  

   
 
Assonautica Provinciale Venezia Isola Nuova del Tronchetto, 14 30135 Venezia Telefono: 041786 308/309
Chioggia Sede di Venezia Cavallino-Jesolo-Eraclea Caorle Bibione