Assonautica    
   
Diario di Bordo: 5 – 15 maggio 2005 (di Gianni Darai)  
  15-06-2005
LOCARNO – SESTO CALENDE ……….Km. 58

Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Venerdì 6 maggio: ritrovo presso il porto di Locarno, varo dallo scivolo pubblico delle nostre 6 unità, subito si issa sulle aste portabandiera il gonfalone di S.Marco e conferenza stampa sulla nave Balena alla presenza del presidente della Associazione Locarno-Venezia, di quello degli Amici dei Navigli, del vicesindaco, di numerose autorità, della RAI (qui ci ha raggiunto l’inviato speciale della RAI di Venezia Maurizio Crovato) e della televisione svizzera. Il presidente dell’Associazione Motonautica Venezia Giampaolo Montavoci illustra quindi dettagliatamente ai presenti l’impresa per la sua valenza oltre che esplorativa anche turistica ed ecologica.

E’ una bella giornata di sole, c’è un po’ di vento teso e si parte subito in direzione sud. Splendido il panorama che scorre sotto gli occhi dei partecipanti: monti verdeggianti, ville favolose, eremi arrampicati su strapiombi, parchi e giardini lussureggianti, porticcioli turistici, castelli e fortilizi. In lontananza il monte Rosa ammantato di neve e, ad un certo punto, ci affiancano due motovedette della Guardia di Finanza, abbiamo passato il confine e siamo rientrati in Italia.

Navighiamo così sino a Luino dove veniamo accolti dagli amici dell’Associazione Velica Alto Verbano e, dopo il pranzo, riprendiamo la via sino a Verbania.

Qui veniamo accompagnati dal direttore di Villa Taranto a visitare il parco botanico, una meraviglia senza paragoni.
Una fioritura di azalee, di rododendri, di rose, di tulipani ci accoglie con una esplosione di colori e di profumi veramente impressionante ed il nostro anfitrione ci illustra le varie essenze e le varie piantumazioni volute dal fondatore, il gentiluomo scozzese capitano Neil Mc Eacharn che, per entrare in possesso dell’area dove intendeva costruire il “piu’ bel giardino botanico del mondo”, si vendette nientepopodimeno che il palazzo veneziano di Cà Rezzonico.

Ma il tempo è tiranno e si deve ripartire arrivando a Sesto Calende alla sera accolti da un volo di cigni e dove si alano subito le imbarcazioni sui carrelli che ci hanno seguito via terra, in previsione del trasferimento stradale del giorno dopo sino alle briglie della Miorina.
 


Home  

   
 
Assonautica Provinciale Venezia Isola Nuova del Tronchetto, 14 30135 Venezia Telefono: 041786 308/309
Chioggia Sede di Venezia Cavallino-Jesolo-Eraclea Caorle Bibione