Assonautica    
   
Diario di Bordo: 5 – 15 maggio 2005 (di Gianni Darai)  
  15-06-2005
FERRARA – GORINO………..Km. 75

Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Click per Zoom Immagine Venerdì 13 maggio: dalla darsena di S.Paolo, sotto la guida di Dal Buono, navighiamo sino alla conca di Valpagliaro e rapidamente la attraversiamo.

Il panorama è sempre vario ed interessante, si incomincia a vedere sempre piu’ spesso il decollo di aironi cinerini e di aironi rossi, di garzette, di tarabusini e di gabbiani, vuol dire che ci stiamo avvicinando al mare.

Dopo una deviazione troviamo la piccola conca diVallelepri, ancora funzionante a mano, ed assistiamo con curiosità alle numerose, semplici operazioni dei due manovratori che aprono e chiudono le porte vinciane ed i chiusini.

Arriviamo quindi a Massa Fiscaglia dove un basso ponte, un tempo apribile, ci sbarra il cammino.
E’ divertente, ci ormeggiamo su un pontiletto dove esiste una colonnina con un cartello che dà le istruzioni per far aprire il ponte, ma il ponte non si apre proprio piu’, grippato per mancanza di manutenzione.

Arriva il sindaco che ci spiega come sia in arrivo una autogru e come si stia intraprendendo un’azione per farlo rifunzionare al piu’ presto, ma nel frattempo, fatti i debiti calcoli, e sotto la direzione del vulcanico Montavoci, tutti al lavoro per smontare i parabrezza e i tubi della colonnina di guida in maniera tale da permettere, caricando ulteriormente di persone i vari mezzi, il transito sotto il basso ponte.
Mentre transitiamo scorgiamo sotto l’arcata una infinità di nidi di rondine e quindi facciamo pian pianino per non spaventarle.

Quindi arriva, un po’ in ritardo, il camion con la gru, ma viene buono lo stesso per far oltrepassare il ponte all’unità della G.d.F.
Click per Zoom Immagine Procediamo ora speditamente perché dobbiamo arrivare puntuali al basso ponte ferroviario di Codigoro e così avviene, trovando gli operatori preavvisati e pronti con una istantanea apertura.

Poco dopo, sulla dritta, avvistiamo il circolo Nautico Volano dove veniamo ospitati e rifocillati.
Anche qui il presidente del circolo ed il l vicesindaco, assieme al nostro Dal Buono, fanno gli onori di casa, ci mostrano una grossa rascona semiaffondata che tenteranno di recuperare per il suo valore storico e ci festeggiano.

La navigazione riprende e le rive cominciano a diventare sempre piu’ di tipo lagunare con fitti canneti e la presenza numerosa di svassi, cormorani, tarabusini, aironi, ecc.. Improvvisamente il panorama cambia, davanti a noi si apre la Sacca di Goro, una grande laguna con i vari canali segnalati da bricole come in quella veneziana.

Per un attimo restiamo perplessi, poi ci dirigiamo verso Gorino, un porticciolo con centinaia e centinaia di imbarcazioni da pesca attrezzate per la raccolta della vongola filippina, dove veniamo accolti dai pescatori locali e, nella sede della loro cooperativa, veniamo invitati ad illustrare l’utilizzo del GPL sui motori a 4 tempi per contenere l’inquinamento ed avere dei vantaggi economici.
 


Home  

   
 
Assonautica Provinciale Venezia Isola Nuova del Tronchetto, 14 30135 Venezia Telefono: 041786 308/309
Chioggia Sede di Venezia Cavallino-Jesolo-Eraclea Caorle Bibione