Assonautica    
   
Educamare n.39 (febbraio - marzo) a cura di Gianni Darai  
  22-01-2008
L’AMBIENTE & IL TUO MARE

Questo è il titolo di un simpatico opuscolo, con sottotitolo: (…un mare + sicuro), che il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera quest’anno hanno messo in distribuzione presso i loro uffici.
Nel sommario appaiono i vari argomenti che spaziano dai consigli di comportamento “in spiaggia e in piscina”, “in acqua”, “attività subacquee”, “windsurf”, “consigli del medico”, “moto d’acqua”, “le aree marine protette”, “in barca” e ”emergenza in mare”.
Non è certo il caso che qui riportiamo per esteso quanto in esso contenuto, avendo a nostra volta già trattato i vari argomenti più volte in nostri articoli precedenti, vogliamo peraltro richiamare soltanto alcune informazioni che riteniamo particolarmente interessanti :

Quando mettersi in contatto con la Capitaneria di Porto

  1. Per ottenere informazioni sull’uso del mare e per segnalare ogni tipo di inquinamento delle acque o delle coste. 
  2. Per segnalare specie marine protette ferite, in difficoltà o spiaggiate, 
  3. Per segnalare infrazioni ai danni del mare e delle sue risorse. 
  4. Per segnalare situazioni di pericolo o una previsione di pericolo.

Bollino blu per avere accesso alle Aree marine protette
E’ previsto che, facendo richiesta (corredata di documentazione idonea o di autocertificazione) agli enti gestori delle Aree e alle Capitanerie di Porto, venga rilasciato un Bollino Blu quale “premialità ambientale”consentendo la loro libera circolazione:

  1. alle unità ad impatto minimo (a vela, a remi o a pedali, a propulsione elettrica) 
  2. a quelle ecocompatibili (unità dotate di casse per la raccolta dei liquami, di alimentazione biodiesel, etanolo, gas o altri carburanti ecologici)

Numero massimo di persone a bordo
Per le unità che non posseggono una indicazione precisa sui documenti a tale riguardo ci si deve attenere sempre alla norma che prevede in base alla loro lunghezza:

  • 3 persone fino a mt.3,50
  • 4 persone da 3,51 a 4,50 mt.
  • 5 persone da 4,51 a 6,00 mt.
  • 6 persone da 6,01 a 7,50 mt.
  • 7 persone con unità oltre ai 7,50 metri.

Rispetto delle zone di balneazione
Avvicinandosi alle spiaggie o allontanandovisi, mentre ci si trova nella fascia atta alla balneazione, ricordarsi di procedere solo con i remi o le pagaie. Se nella zona è previsto invece un canale apposito segnalato da boette, il cosidetto “corridoio di lancio”, si potrà procede a motore a lento moto e cioè ad una velocità inferiore ai 3 nodi (circa 5 Km/h).

Nell’emergenza ricordare:
1530 il numero blu da comporre con il cellulare o con il telefono fisso.
16 o 70 il canale con l’apparato vhf marino.


ORDINANZA DEL MAGISTRATO ALLE ACQUE 93/2007
Nella nuova ordinanza, entrata in vigore il 1° gennaio 2008, che accorpa tutte quelle emanate durante l’interregno del Commissario Governativo Delegato al traffico acqueo, il Magistrato alle Acque ha recepito quanto da noi più volte segnalato riguardo in particolare alle “Aree Blu”.
Si è quindi regolamentato (art.25) autorizzando l’accesso, per le unità a motore con larghezza superiore ai fatidici mt.2,30, quando necessario il loro transito per manutenzione o nuova costruzione (comma c) e per le unità ormeggiate negli specchi acquei regolati da concessioni in corso di validità a Società che erogano servizi di ormeggio e rimessaggio già insediate alla data della presente ordinanza (comma e).
E’ stato inoltre consentita la libera navigazione per le unità a motore denominate House Boat (art.20 comma g).
All’ordinanza è stata inoltre allegata una carta idrografica con rappresentazione dei canali navigabili e relativi limiti di velocità, cartografia che può essere visionata nel sito: www.magisacque.it

INFORMAZIONI DA COBAT
E’ importante sapere che, sia gli accumulatori al piombo che gli oli esausti. possono essere conferiti gratuitamente dai privati cittadini presso gli ecocentri gestiti da VESTA ( ora VERITAS). IL COBAT (Consorzio Obbligatorio Batterie Esauste) inoltre ci informa che gratuitamente, al momento dell’acquisto della nuova batteria presso i punti vendita della grande distribuzione convenzionati, si potrà consegnare il vecchio accumulatore.
Nel Comune di Venezia i centri previsti sono: Auchan, Via Don Tosatto 22, Mestre – Bricocenter, Via Pionara 6, Mestre – Carrefour, Via E.Mattei 1/A, Marcon – Panorama, Via S.Orsato 13/15, Marghera.

NUOVI STILI DI VITA
Finalmente anche da noi sta partendo, dopo gli allarmi sempre più pressanti e in conseguenza del protocollo di Kyoto, una campagna per nuovi stili di vita che consentano di diminuire le emissioni di CO2 riducendo il traffico delle merci, migliorando quindi la qualità della nostra vita.
Poiché ogni nostra scelta ha un costo in termini di CO2 prodotta si può semplicemente partire, quando si acquista un qualsiasi prodotto, in particolare per quanto riguarda il cibo e gli alimenti in genere, controllando anche la sua provenienza oltrechè la sua marca. In questa maniera, privilegiando merci che provengono dalla nostra regione, e quindi una filiera corta, si potrà contribuire concretamente a diminuire l’inquinamento e la produzione di CO2.

 


Home  

   
 
Assonautica Provinciale Venezia Via XXII Marzo, San Marco 2032 30124 Venezia tel/fax 041 5210274
Chioggia Sede di Venezia Cavallino-Jesolo-Eraclea Caorle Bibione